TATONE RE DEI LONGOBARDI E IL SUO LIETO FINE

Ciao a tutti! Sono Tatone Re dei Longobardi, ma gli amici possono chiamarmi Tato.
La mia vita è stata tutta in salita, ma finalmente sono arrivato alla vetta!
Sono nato quasi due anni fa in un allevamento e la mia sorte era segnata: potevo essere venduto come coniglio “da carne” (che definizione orribile!) e la mia fine sarebbe stata la padella, non avrei raggiunto nemmeno i 3 mesi di vita, oppure potevo essere venduto a qualche laboratorio di sperimentazione come cavia. Il destino ha scelto per me la seconda opzione, sono diventato LAB01 e sono stato utilizzato per un test di biocompatibilità. Alla fine della sperimentazione, per fortuna, una veterinaria di buon cuore, che da anni collabora con La Collina dei Conigli Onlus, si è impegnata per farmi uscire vivo dal laboratorio e ha contattato l’Associazione. I volontari sono corsi subito a prendere me e i miei compagni di sventura e ci hanno portati al Centro di Recupero di Monza.
Lì gli umani non mi guardavano più come se fossi un cibo o un oggetto, mi hanno dato un nome importante, da guerriero! Quando sono arrivato ero il più piccolo di tutti e anche il più coccolone, ma sono cresciuto in fretta e sono arrivato a pesare più di 4kg.

Sono rimasto al Centro per più di un anno, aspettando una famiglia…noi conigli extralarge non riscuotiamo molta simpatia, la gente dice che siamo troppo grossi per adottarci…ma non abbiamo forse lo stesso peso di un gatto?! Eppure i gatti vengono tenuti abitualmente nelle case degli umani…questa cosa proprio non la capisco…
Sono un coniglio albino, la mia pelliccia è bianca come la neve e i miei occhi tendono al rosso…e anche questo alla gente non piace…io invece lo trovo un bellissimo colore!

Una tiepida giornata di fine ottobre, alla Collina è arrivato un bambino con la sua famiglia, cercava un compagno per la sua coniglietta, che era rimasta sola da poco…Forse i nostri sguardi si erano già incrociati in altre occasioni, non era la prima volta che veniva al Centro, ma non ci avevo fatto troppo caso perchè al Centro passano spesso persone che vengono a coccolarci un po’, ma poi se ne vanno sempre. Quel giorno, invece, lui cercava un amico che non avrebbe più lasciato e ha scelto proprio me!! Ha insistito così tanto per presentarmi alla sua coniglietta! Ero davvero incredulo! Prima di andarmene a casa con lui, però, dovevo superare la prova più difficile: conquistare lei, Priscilla. Quando l’ho vista, mi è piaciuta subito! Ero così emozionato che non capivo più niente, non sapevo come comportarmi! Mi sono impegnato tanto per non sembrarle invadente, lei se ne stava un po’ sulle sue e mi osservava. Dopo un po’ mi sono fatto coraggio e le ho proposto di fare merenda insieme con un bel mazzo di catalogna e lei ha accettato! Abbiamo trascorso la giornata a studiarci un po’ a vicenda e alla fine lei ha dato l’ok!

Mi ha permesso di entrare nel suo trasportino e di andare a casa con loro. Casa, che parola magnifica, non ne avevo mai avuta una!


Una volta arrivati, mi ha preso un po’ di paura, non volevo uscire dal trasportino, chissà cosa c’era là fuori! Io avevo sempre vissuto in una gabbia e lì invece c’era tanto spazio…
Poi mi sono ricordato che sono un guerriero, che figura ci facevo se non mettevo fuori neanche il naso? Cosa avrebbe pensato il mio nuovo amico Matteo? Appena sono uscito è stata una festa! La mia nuova famiglia mi adora e mi riempie di coccole, che io apprezzo molto.

Priscilla all’inizio era un po’ distante, ma mi ha subito permesso di seguirla per tutta la casa, anche nei suoi nascondigli preferiti, e piano piano sto conquistando anche lei, è solo questione di tempo, lo so!

…  poco tempo …

20191031-102417
20191102-110821
20191101-110555

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *